Nel Cinquecento, c’era un malcontento fra la popolazione in quanto i componenti della Chiesa cattolica assumevano comportamenti poco umili: c’era bisogno di una nuova riforma.

Il Papa si comportava in modo principesco, pensava soltanto ad arricchirsi e a colmare i suoi bisogni. I preti, molto spesso, erano ignoranti. I vescovi vivevano da nobili e non prestavano ascolto ai fedeli.

Il Papa, nel 1597, proclamò un’indulgenza: disse ai fedeli che, in cambio di danaro, tutti i loro peccati sarebbero stati perdonati e che sarebbero restati, insieme ai loro cari,  pochissimo tempo in purgatorio.

Con questa “compravendita delle indulgenze” la Chiesa aveva trovato un modo per arricchirsi. Il Papa, aveva proclamato quest’assurda indulgenza per far guadagnare la Chiesa sui peccati commessi dai fedeli.

Una vera e propria truffa che non andò giù al monaco tedesco Martin Lutero.

Martin Lutero e la nascita della Chiesa Protestante

Il monaco tedesco, Martin Lutero, si indignò dinnanzi alla compravendita delle indulgenze imposta dal Papa. Secondo la “teoria”di Lutero, era impossibile salvare la propria anima pagando una certa somma di denaro. Solo attraverso la fede, Dio, avrebbe perdonato i peccatori.

Il papa Leone X, indignato dal pensiero del monaco tedesco, decise di scomunicarlo dalla Chiesa. L’imperatore gli fece dare la caccia per arrestarlo ma Martin Lutero, venne aiutato da alcuni principi che appoggiavano le sue idee e la sua voglia di cambiare la Chiesa.

Il monaco tedesco aveva una gran voglia di dar voce al popolo così, dopo la scomunica,  creò una nuova religione che prese il nome di Riforma Protestante.

Quali sono i principi della Chiesa Protestante?

La Chiesa protestante venne fondata su alcuni principi fondamentali:

  • Ogni credente aveva la possibilità di leggere ed interpretare la Bibbia;
  • Le opere non davano la possibilità di salvarsi: ci si salva se si ha fede in Dio;
  • Non bisognava credere né nei santi, né nella Madonna;
  • La Chiesa protestante non vedeva il Papa come un’autorità;
  • Venivano riconosciuti solo due sacramenti: il battesimo e l’eucarestia;
  • I preti vennero aboliti. Venne creata la figura del pastore (il quale poteva sposarsi), per guidare i fedeli lungo il loro cammino.

Martin Lutero, per far si che tutti i fedeli potessero leggere la Bibbia, la tradusse in tedesco e, poichè era stata inventata la stampa, vennero vendute un alto numero di copie. Il monaco tedesco, spronò i fedeli ad imparare a leggere e a scrivere per far si che riuscissero a leggere la Bibbia in modo autonomo.

Durante l’affermazione della Chiesa protestante, in Germania, ci fu la Guerra dei contadini, i quali, dopo anni di vita misera, volevano far valere i loro diritti. Lutero non li appoggiò e si schierò dal lato dei nobili in quanto desiderava soltanto attuare una riforma religiosa e non sociale.

I principi protestanti e Lutero fecero scoppiare una battaglia contro i principi cattolici e l’Imperatore che si concluse nel 1555. La Germania venne tagliata in due parti: da una parte sorsero gli stati protestanti, dall’altra quelli cattolici. I sudditi di questi stati dovevano professare la stessa religione del principe che regnava nello stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *